mercoledì 20 febbraio 2013

Il ricordo




Quasi un tatuaggio
la vena tagliata del tempo

brillio che scongiura
l’assenza e il suo abisso

conchiglia
risuona corali di mari lontani

di notte si curva
come stelo di fiore

una mano premuta sul petto

nel giorno si annida
e mi guarda non visto.