giovedì 17 gennaio 2013

Solo un verso



(da una parabola di Paul Claudel)

Animus impera
è come un monte
tronfio nella sua nebbia
il primo raggio non la scioglie
il buio non la subissa

Anima
silenziosa
ne abita la vetta
ha mani da bambina
esce da ogni notte
apre gli occhioni al sole
e canta

unisce i pezzi di un’umanità
che sa sorridere e tremare ancora

è gioia di convalescenza
per una ferita che
puntualmente
all’alba
si chiude
e consegna
a ciglia appena schiuse
solo un verso

“lascia di nuovo
che ti leggano il cuore”